masterinfarmaciatorino chiaracolombo


    I Plus del Master in Farmacia Territoriale


    La logica che ci ha condotto alla costruzione del Master universitario di II livello in Farmacia Territoriale "Chiara Colombo" è stata quella di creare un percorso di studio che integrasse la formazione universitaria e che desse agli studenti uno strumento di approfondimento e di contatto col mondo del lavoro.

    Ci interessava affrontare alcuni ambiti formativi come quello amministrativo contabile, quello della medicina non convenzionale, quello delle dinamiche relazionali tra colleghi e con il pubblico, tutti aspetti che sono ormai parte integrante della professione e che rappresentano, una volta conosciuti, competenze imprescindibili per il singolo al fine di affermarsi nel mondo del lavoro ed alla categoria per essere più adeguata al panorama sanitario in forte cambiamento.

    Tale tipo di impostazione ha premiato gli sforzi progettuali tanto che in entrambe le edizioni già avviate il numero degli iscritti è stato ampiamente al di sopra dei posti disponibili. Il risultato è senz'altro gratificante per gli organizzatori ma deve essere anche motivo di fiducia per la categoria tutta se colleghi giovani e meno giovani sono disposti ad impiegare tante risorse per un percorso faticoso, protratto nel tempo ed a pagamento.
    Riteniamo infatti che proprio nell'entusiasmo e nel senso di sacrificio dei colleghi più giovani risiedano i maggiori motivi di speranza per il futuro della professione. È infatti innegabile che per la prima volta da molto tempo la categoria si trova, in tutte le sue componenti, pubbliche e private, appartenenti alla proprietà o ai collaboratori, in un momento di forte difficoltà e mai come oggi apparentemente così scarno di prospettive. Fino a pochi anni orsono non si erano mai verificati in farmacia fenomeni di contrazione del fatturato e di riduzione dei margini così sensibili come ora avviene, del resto i collaboratori non avevano mai avuto difficoltà al momento della laurea nel trovare rapidamente un'occupazione. Ora ci si trova di fronte ad una situazione nuova: anche in farmacia come in altri settori per la prima volta dopo molto tempo è ragionevole pensare che i giovani che entreranno nel mondo del lavoro nei prossimi anni non avranno le medesime garanzie, opportunità e in definitiva prospettive di vita della generazione precedente. È indubbio che la risposta a questa situazione è per i giovani laureati una formazione il più ampia ed elastica possibile che li renda non solo più appetibili sul mercato del lavoro ma anche più capaci di immaginare e quindi, nel nostro caso, di realizzare una farmacia nuova ed adatta alle necessità del prossimo futuro. Come possiamo infatti progettare il nuovo se abbiamo schemi mentali vecchi e ci riferiamo a modelli sanitari ormai inadeguati? Lo sforzo del Master va in questa direzione e da questa impostazione nascono i convegni e i Quaderni del Master e tutte le attività "fuori dall'aula".

    Le iniziative, in particolare i convegni e i quaderni, sono vissute come dei laboratori di idee che consentano ai giovani partecipanti di riflettere su modalità nuove di lettura della realtà o di creare strumenti adatti all'uso per tutti i colleghi. Al tempo stesso sia l'organizzazione di un convegno sia la redazione di un Quaderno costringono a fare i conti con gli aspetti organizzativi e quotidiani del lavoro inducendo il candidato a calare le intuizioni ideali in aspetti pratici.

    convegni; quaderni cooking bls talkshow talkshow galleria fotografica galleria video